Il Nostro Miele!

IMG_20201207_115918795_1_2
IMG-20201202-WA0008
IMG-20201202-WA0018
WP_20150512_003
WP_20150418_005
WP_20150410_005
WP_20150407_014
WP_20150409_004
WP_20150407_005
WP_20141210_018
WP_20150512_008
WP_20150512_007

Il miele è una sostanza zuccherina, prodotta dalle api, dall’elaborazione del nettare; il suo colore e le proprietà organolettiche variano a seconda dei fiori da cui proviene.

La qualità dipende esclusivamente da due fattori: dall’attività delle api per produrlo e dal procedimento dell’uomo per estrarlo e per confezionarlo.

Il miele immagazzinato dalle api nelle celle, viene estratto tramite centrifugazione, lasciato decantare per qualche giorno e successivamente riposto in vasetti. Questi gli unici procedimenti che fanno si che il miele mantenga inalterate le sue proprietà e caratteristiche.

Per produrne un chilogrammo le api percorrono un totale di circa 150.000 chilometri per andare a raccogliere nettare dall’alveare ai fiori. Esse sono in grado di arrivare ai fiori che si trovano in un’area distante fino a tre chilometri dall’alveare.

Tutti i mieli sono  in origine allo stato liquido, ma con l’abbassarsi delle temperature molti di essi cristallizzano e diventano solidi. La cristallizzazione è perciò un processo naturale che comporta solamente variazioni d'aspetto. Per farli tornare allo stato liquido è sufficiente riscaldarli a bagnomaria ad una temperatura che non oltrepassi i 40°.

Per evitare questo tipo di processo naturale, in molti mieli in commercio si ricorre ad un riscaldamento a temperature superiori ai 42°, chiamata pastorizzazione, che priva il prodotto di tutte le sue proprietà e lo rende simile ad una semplice miscela di acqua e zucchero.

 

Il colore, legato all'origine dei fiori, cambia sensibilmente, dal giallo paglierino all'ambra quasi nero; contribuiscono alla sua formazione alcuni prodotti derivati dagli zuccheri e pigmenti naturali.

 

Proprietà: Leggero e digeribile, nutriente e squisito, il miele è un alimento completo e vivo, prodotto della natura per eccellenza.

  • Indicato per l’infanzia:  favorisce la fissazione dei sali minerali nell’organismo umano, cosa che il normale zucchero non è in grado di fare.

  • Antinfiammatorio e sedativo: in generale il miele è un ottimo antinfiammatorio per la gola ed è indicato per alleviare e ridurre la frequenza della tosse. Il miele  possiede anche proprietà sedative, molto utili contro l’eccitazione nervosa e l’insonnia.

  • Antisettico e antibatterico:  per questo motivo l’applicazione sulle ferite, specialmente su quelle croniche, e sulle ustioni , apporta dei benefici.

  • Allergie di stagione: secondo alcune ricerche la sua assunzione regolare ridurrebbe al minimo le allergie stagionali. A questo scopo è necessario prendere due cucchiaini di miele grezzo al giorno a partire da un paio di mesi prima della stagione delle allergie.

  • Rinvigorente: secondo recenti studi il miele fornisce al nostro organismo sostanze essenziali come potassio, fruttosio e sodio che servono a riprendersi dall'affaticamento.

  • Radicali liberi: contiene diversi composti antiossidanti che contrastano l’attività dei radicali liberi e che prevengono l’insorgere di pericolose patologie come tumori e malattie cardiache.

  • Fa bene ai muscoli: fortifica i muscoli, aumenta la resistenza e ne favorisce il recupero.

  • Cura della pelle: un buon metodo per prendersi cura della propria pelle è quello di bere un bicchiere di latte e miele ogni mattina. E'efficace anche nel trattamento dell’acne. Una piccola quantità applicate sulle zone del viso interessate spesso risolve il problema in breve tempo. Lavare il viso con il miele è anche un buon metodo per tenere la pelle pulita e tonica.

  • Digestivo: chi soffre di disturbi digestivi potrà tranquillamente sostituire lo zucchero con il miele e godere dei benefici che ne derivano da questa operazione.

  • Aiuto per dimagrire: sebbene contenga molte calorie quando è consumato con l’acqua calda aiuta a digerire i grassi più facilmente. Lo stesso effetto si ottiene se lo si consuma insieme al succo di limone o alla cannella.

  • Glicemia: il miele contiene zuccheri semplici che sono una cosa diversa dallo zucchero bianco. La combinazione di fruttosio e glucosio in realtà può aiutare l’organismo a regolare i livelli di zucchero nel sangue e vi sono alcuni mieli che hanno un indice glicemico basso in modo da non provocare picchi glicemici.

 

La storia: l’importanza medicinale del miele è stata documentata dalle più antiche letterature di tutto il mondo, le sue proprietà antimicrobiche e la sua capacità di guarire le ferite sono note sin dai tempi più antichi.

Il miele era conosciuto ed utilizzato già 1000 anni prima della venuta di Cristo e veniva spesso indicato con l’appellativo "cibo degli dei". Le sue proprietà ed i suoi benefici erano già noti agli antichi che ne facevano largo uso sia a scopi curativi che nella cosmesi e nella cucina.

Il primo riferimento scritto del miele nella storia dell’umanità appare su una tavoletta sumerica risalente al 2.000 a.C. circa in cui si parla dell’uso del miele come farmaco.

La tipica espressione luna di miele deriva dal fatto che nell’antichità si usava far bere agli sposi una bevanda a base di acqua, miele e lievito, al fine di propiziare l’arrivo di un figlio maschio.

In India, nella medicina Ayurvedica, il miele viene utilizzato da più di 4.000 anni e si ritiene che il suo utilizzo sia in grado di influenzare positivamente gli squilibri del corpo.

Il profeta Maometto ha glorificato le proprietà curative di questa sostanza ed anche il Corano ne loda i benefici per la salute.

Gli antichi Greci pensavano che il miele fosse un elisir di lunga vita.

© 2016 by AIMAR SARA. Proudly created with Wix.com

La Baita di Montagna di Aimar Sara Stradina Se Canta n°54 12020 Roccabruna (CN) www.labaitadimontagna.com Cel. 3496356484 PI. 03420390043

  • Facebook - Black Circle
  • Twitter - Black Circle
  • Instagram - Black Circle